Abbildungen der Seite
PDF
EPUB

apparente maggior grandezza del sole o della luna, quando respettivamente sono all'orizzonte e non al meridiano.

(60) V. n. 9.

(61) In Inghilterra il suicida è sepolto presso le pubbliche strade; un palo di ferro ne manifesta il luogo ed il delitto. Ora però si pensa a far seppellire in segreto in un cimiterio i corpi dei suicidi, ma senz'alcuna religiosa cerimonia.

(62) Auticamente anche i letterati avevano il pregiudizia che le comete fossero di cattivo augurio. Tasso Ger. Lib. c. 7. ot. 52. Non così però Voltaire in una lettera alla marchesa di Chastelet sur la philosophie de Newton. E modernamente il sig. Niccolò Cacciatore, direttor degli osservatorii nel regno delle due Sicilie, in un suo opuscolo sopra la gran cometa apparsa su la costellazione della Lince il 1819, cosi vittoriosamente ragiona ,, Ora non si fanno più pubbli„ che preci per iscongiurare le Comete ad allontanare i flaş

gelli che esse minacciavano; ma si riguarda omai l'appa, rizione di questi nuovi astri come conseguenza necessaria,

dei loro regolari movimenti, per i quali , dopo essersi a », noi avvicinati , debbono allontanarsi ben presto. Tanto ban potuto le poche verità, che gli sforzi riuniti delle „ generazioni hanno rapite alla Natura; e tanto ha potuto,

la scoperta del gran principio della gravitazione univer», sale, su 'cui poggia il sistema intiero del mondo. Seneca »; quæst. nat. l. i

(63) H Pontefice Ganganelli (Clemente XIV.) con egual religiosa filosofia si esprime nella 140 delle sue celebri lettere ,, Tutte le scienze hanno i loro misteri e le loro oscuri„, tà; ma nulla si rischia nell' intraprender tutto per esami

narle a fondo e per dar loro un maggior lume; dovechè „ nella Teologia la Fede fa sentire la sua voce che dice a

tutti Fermatevi qui e non andate più oltre 9: Essa è la sentinella posta dall' Onnipotente medesimo per

prova la nostra fedeltà, e che non ci permette », l'entráre, per così dire, nel vestibulo dell' Eterno. Se

siamo troppo temerari per entrarvi a forza , ci rendiamo

rei di lesa Maestà Divina. Solo uel punto di morte tro„ veremo aperta la reggia dei Cieli; e, se saremo vissuti da

me ttere زو

essere trattenuti da

veri Cristiani, vi entreremo senza » Veruj ostacolo ,

AUTUNNO

(64) Ved.

n. 4. I metri dell'antica musica erano tre. Il lidio era celebre per la mestizia; il frigio pell’allegrezza e il dorico o dorio pella maestà .

(65) Il cav. Onslow, che fu cinque volte oratore della Camera dei Comuni, era l'amico di Thomson.

(66) Alludesi alla differenza dell' assoluto governo monarchico dall'altro misto, com'è quello , veramente singolare, dell'Inghilterra. Si riscontri in Orazio sat. 3. l. i quanto abbellito ha Thomson la viva pittura dello stato selvaggio dell'uomo.'

(67) Vilin qui quondam miseris alimenta negarat ,

Nunc mendicato pascitur ipse cibo.
Passibus ambiguis Fortuna volubilis errat,

Et manet in nullo certa, tenaxque loco,
Sed modo læta manet, vultus modo sumit acerbos;
Et tantum constans in levitate sua est.

Ovid Tris, 1. 5. el. 8.

[ocr errors]

Chi un vile esca non avea concessu

Un misero a cibar ventre digiuno,

Vive or di cibo mendicato ei stesso.
La volubil Fortuna or dubbio in uno

Ora in un altro sito il passo avanza;

sla fissa ed immota in luogo alcuno.
Ma talora mantien lieta sembianza,

Talor sembianza prende di rigore;
E sol costante è nella sua inco stanza.

G. B. Bianchi di Siena.

(68) La volpe, perchè in Inghilterra il lupo non v'è.

(69) Bowl è una gran tazza, in cui gl' Iuglesi, al fine della mensa fanno il punch. Corrisponde al crater degli antichi. Dal cratere, cui noi abbiamo sostituito la boccia , si versava la bevanda nel bicchiere cyathus o poculum. Ov. Fas. l. 5. dis. 522. Muia maggio, così detto da Maia madre' di Mercurio, a cui questo mese era sacro al tempo di Numa. Plutar. vitu di Numa.

(70) Whist giuoco inglese , che si fa con le carte e col più imponente silenzio, ed ora in moda anche in Italia.

Gammon giuoco di dadi , che partecipa della vostra tavola reale.

(71) Philips Giovanni , autore del poema la Pomone or Cider, ove imita le georgiche di Virgilio. Siluria provincia inglese nel principato di Galles. V. n. 16.

(72) Dodington V. n. 17. Dorsetshire è un'ubertosa ed amena contea dell'Inghilterra.

(73) Young Odoardo curato ed insigne poeta. Tra i suoi poemi le nolli manifestano un'anima la più sensibile.

(74) Si accernano il Tweed, Esk e Solway fiumi della Scozia, ed i monti Cheviot o Tiviot che la separarlo dall' Inghilterra. V. n. 42.

(75) Intendesi dei parelii, che dal greco trapa appresso , ed "Halog sole ) sono le immagini del sole ripercosse in una o più mubi ad esso vicine e molto dense; meteora in forma di vivissima luce, talvolta dorria e tripla , nota pure agli antichi. Cic. de republ. l. 1. SS. 10. 13. 19.

(76) Mosè nella Genesi c. 1. Et tenebræ erant super

faciem abyssi. ... dixitque Deus fiat lux et facta est lux Qui Mosè è detto Bardo. V. n. 21. cioè vate che è pur Profeta ; anzi questo è il suo primo significato, chiamandosi vati i poeti per similitudine a motivo di quel furore divino che sembra agitarli. Monti Propos. voc. Pute.

(07) Confuta i Cartesiani, i quali opinavano nascere i fiumi ed i fonti dal mare, che filtri entro la terra come il sangue pel corpo degli animali. Dante Purg. c. 14 ter. 12. Metastasio nell' Artaserse at. 3. sc. 1. Ma in oggi prevale il parere che dessi nascano dai luoghi abbondanti di nevi e di piogge. Pol. fis. lez. 20.

(78) 1 Monti Rifei dividono la Russia europea dall'asiatica. I Russi gli chiamano Weliki Cumeny poy's o la gran cintura di pictra, poichè credono che cingan lutta la terra. I Monti dellu Luna circondano nell' Affrica quasi tutto il Monomopaià. Andes V. n. 31.

(79) Il Reno non imbocca nel mare al par

dei

gran fiumi, ma perdesi nelle sabbie dell'Olanda ove sono famosi gli argini a difesa del mare. Dante Inf. c. 15. ter. 2. Tule V. n. 42. Ebridi è il nome delle isole occidentali di Scozia, la cui parte settentrionale fu detta Caledonia fiuchè vi dominarono i Romani, V. n. 13.

(80) Tweed. V. n. 74. led torrente, che dà il nome a Iedburgb città capitale meridionale della Scozia.

Orcadi ( forse in antico il Betubio ) ora Ockney sono isole al nord di essa.

(81) Wallace Guglielmo, scozzese celebre, che libero la patria da Eduardo I. re d'Inghilterra; ma, caduto per frode in di lui potere, fu giustiziato.

(82) Iperborei erano gli antichi Sarmati, ora i Russi lungo il mar glaciale. Virg. georg. l. 4. v. 517.

(83) Lord Campbell duca di Argyle fu grande oratore e maestro di artiglieria. Si distinse nella battaglia di Tenier data ai Francesi l'undici di settembre 1:09. Lord Forbes, amico del poeta, fu presidente dell' Assise d'Edimburgo ed autore di un' opera I pensieri sulla Religione.

(84) Lord Cobhum aveva un ameno soggiorno detto Stow o Slowe con statue, busti e tempii dei migliori artetici in specie di Vanbrugb. Nel tempio dell' Amicizia e della virtù vi sono i busti di Chesterfield V. n. 97 e di Pitt Guglielmo oratore il più celebre. Obbligato questi pella gotta ad una vita sedentaria , e dotato di sommi talenti, gl'impiegò tutti nella politica. Fu creato Pari, e fu primo ministro sotto Giorgio II e sotto Giorgio III. Mori l'undici Maggio 1778; ed, a spese della nazione, fu sepolto a Westminster tra i re. Pe' suoi segnalati servigi la pensione di 4000 lire sterline, accordatagli dal parlamento, passò nel di lui figlio.

(85) Si accenna l'orribil tremuoto occaduto in Palermo il primo settembre 1726. V. Muratori an. d' It. t. 7.

(86) Gl’Inglesi fanno un giuoco brioso, in cui adoperano una bacchetta con guardia di salci detta cudgel.

INVERNO

(87) Le

spelonche si reputa vano presso gli antichi il soggiorno degli Oracoli. Fontenell, his. des orucl. c. 12. Les pays montagneux, et par consequent pleins d' anlres et de cavernes , étoient les plus abondans en oracles

Per gli altri seguenti segni della tempesta V. Virgil. georg. 1

(88) Queste maestose espressioni sull' Onnipotente sono ad imitazione della Sacra Bibbia. Psal. 103. v. 3. „ Qui ponis

nubem super ascensum tuum... qui ambulas super pennas » ventorum

Isaia c. 14. v. 7. „ Conquievit et siluit omnis terra

(89) Parlasi del Comitato stabilito in Inghilterra il 1729 per sorvegliare al modo con cui si tenevano i car cerati onde furono liberate più migliaia d’infelici.

(90) Leonida generale spartano, che con soli 300, e secondo alcuni con 400 scelti Spartani contrastò l'angusto passo delle Termopile ai diecimila, detti gl’immortali, di Serse re di Persia; ma poi vi peri, colto alle spalle per un sentiero additato a Serse dalla perfidia dei nazionali. L'inglese Glover compose su di ciò un poema intitolato Leonidas.

(91) Timoleone o Țimoleonte greco, spedito dalla città di Corinto in Sicilia per liberarla dal tiranno Dionigi che a lui si arrese, fe' decapitare Timofune suo compagno e fratello, perchè voleva cola erigersi in sovrano. Pella tebana coppia s'intendono Pelopida ed Epaminonda generali.

(92) Lucio Giunio Bruto, che, intrepido, assistè all'esecuzione della sentenza di morte contro Tito e Tiberio suoi figli per aver tentato riporre in trono i Tarquinii. Tit. Liv. dec. 2. l. 2. c. 2. Alfieri Brut. l. at. 5. sc. 1. Marco Giunio Bruto, dipoi accennato, creduto figlio di Giulio Cesare e di Servilia sorella di Catone l'Uticense, fu uno dei congiurati per la morte dell'istesso Cesare. Alfieri Brut. II. at. 5. sc. 5.

(93) Virtuous in extreme si spiega dai più che muor viscuoso. L'essersi Catone ucciso fu viltà e non virtù ; poiché

« ZurückWeiter »