Abbildungen der Seite
PDF
EPUB

idées: (Raynal hist. philos. et pol. t. 4); e sia inoltre un misto di termini e frasi di quegli invasori; ad onta che Thomson (prodigo di epiteti, aspro nella sintassi e nella forma del dire e creatore puranco di nuove parole) avvolgasi spesso in un labirinto che ti confonde e spaventa, io retroceder non volli. Anzi, viepiù ch'io pe scuopriva le singolari bellezze, più in me si faceva passione il ritrarle tutte ed esprimerle. A non desistere intanto dall'assuntomi impegno fui incoraggito, specialmente qui in Siena dal sig. ALESSANDRO Brodie d'Edimburgo, letterato profondo e gentile, dal lodato sig. GIACOMO Yeeles, dal garbatissimo sig. capitano CARLO CROOKE, e da altri Inglesi eruditi da me consultati nei più difficili passi.

Prima peraltro di azzardare al pubblico ụna prosaica traduzione di tanto Poeta; prima di cimentarmi ad una fatica improba e di dubbio e pericoloso successo, dovei ricercare le traduzioni già fattene da altri; e riscontrai che Carlo di Signi principe di Caposele, il chiarissimo sig. Michele Leoni, i sigg. Schizzati e Contieri hanno tutti quattro tradotto tali poemi in versi sciolti italiani. Vi sono pure tradotte in italiano in simile metro da anonimi le due stagioni Primavera ed Estate. Havvene ancora una versione francese rimata da Poulin; e tre più in prosa francese, una di Deleuze , le altre di anonimi,

Io , che in questa mia traduzione ayrò errato pur troppo , pon oserò mai giudicare le altrui, Fra gli enunciati traduttori , respettivamente pregevoli e per la lingua e per la poesia , qualunque siasi la loro diversità rimpetto all'originale, faceva io riflettere al nominato sig, Diane ch'essa può ancor derivare dai testi diversi, su i quali ciascuno foggiò le proprie versioni; poichè Thomson mai non stancavasi di limar questi suoi carmi, Ciò appare da una sua lettera a lord Lyttleton de' 14 Luglio 1743 (e così tredici anni dopo la intiera accennata loro prima edizione del 1730) ove dice ,, che aspettava l'Autunno per andare a

trovarlo alla villa di Hagley; ed intanto si applicava a correggere le sue Stagioni. ,,

Adopratomi , quanto per me și poteva , a reintegrare del tutto questi poemi, io gli tradussi a rigore sựlla scorta delle loro più moderne edizioni, e specialmente della ot, tima di Chiswick del 1820 , riunendo ciò che vi era in alcune ed erasi omesso nelle altre. Troverassi perciò in questa mia prosa la dedica ad Amanda, ogni respettivo argomento,

ad anche il funebre encomio al

[ocr errors]

Poeta nell'ode affettuosissima di Collins, non mai, per quel ch' io sappia, tradotta fin qui in italiano da altri. Il rame delle quattro Stagioni è idea e disegno della maggiore di mie nipoti, Anns ed ERRICHETTA, figlie dell'amato mio defunto fratello , OrTAVIO, studenti pittura in Roma; ed è incisione del sig. Marco Zignani di Forli uno dei migliori alunni del celebre sig. cav. Morghen.

Il testo a fronte lo credei indispensabile pel necessario riscontro; come pure non stimai inutili alcune note a schiarimento di qualche passo, ed a più facile intelligenza di tante allusioni alla storia politica e letteraria specialmente della Gran-Brettagna. Le medesime sono state da me contrassegnate con numeri progressivi per più speditamente trovarle, e collocate tutte nel fine pella maggior nitidezza ed integrità delle pagine. Rapporto allo stile ebbi sempre in mira la chiarezza e la concisione ; evitando le lunghe e noiose parafrasi, alle quali ricorsi soltanto allorchè l'eccessiva testuale oscurità le rese indispensabili.

Me felice, se fedelmente copiando e nella mia versione trasfondendo l'utile e il dilettevole di sì pregiati poemi ,

avrò

appagata la brama dei tanti loro amatori.

[ocr errors][ocr errors][merged small][merged small][merged small][merged small]

Accept,

ccept, dear Nymph, a tribute dae
To sacred friendship, and to you ;
But with it take what breath'd the whole,
O take to thine, the Poet's soul.
If fancy here her power displays,
Or if a heart exalts these lays,
You fairest in that fancy shine,
And all that heart is foudly thine.

(*) These verses were never before published. They were written by Mr. Thomson to AMANDA, then miss Y. G. so often celebrated , with a present of the first copy of his SEASONS.

« ZurückWeiter »