Abbildungen der Seite
PDF
EPUB

canti col titolo il Castello dell' Indolenza, il funebre encomio a miss. Stanley (a cui e alla madre si volge nella sua Estate con una bellissima apostrofe), varie odi, l'inno alla solitudine , la commovente elegia per la morte di Lyttleton , graziose canzoni ed altri suoi carmi han tutti l'impronta del genio, e fanno palese quanto egli fosse caro alle Muse.

In mezzo però a sì luminosa carriera, andando una sera d'estate alla sua casa di campagna a Kew ( villaggio sulle rive del Tamigi lontano da Londra circa sette mi

per lo più faceva a piedi), riscaldatosi e stanco noleggiò una barca; ma, nel percorrere il fiume, l'umidità gli cagionò un'infreddatura e la febbre. Parendogli in seguito di essersi ristabilito in salute si espose,

mal cauto, al fresco della notte. Ricaduto

gravemente malato, ad onta che tosto accorressero da Londra a Kew i professori primarii , egli là mori di anni quarant'otto il 27 d'agosto 1748.

Tumulato nella chiesa di Richmond , il conte di buchan di lui amico fe'

apporre in una parete dalla parte d'oriente una lamina di ottone con questa epigrafe.

glia che

16

In the earth below this tablet

Are the remains of

JAMES THOMSON!
Author of the beautiful Poems entitled
The Seasons, Castle of Indolence,

etc. etc.
Who died at Ricmond on the 27th day of August,
And was buried here on the 29th, old style, 1748.
The Earl of Buchan, unwilling that so good a man
And sweet a Poet should be without a memorial,

Has denoted the place of his interment
For the satisfaction of his admirers

In the year of our Lord 1792.

A pie' di questa lamina giace sotterra

La mortale salma di

GIACOMO THOMSON !
Autore dei superbi Poemi intitolati
Le STAGIONI, il Castello dell' Indolenza

etc. etc.
Che mori a Richmond nel 27 di Agosto,
E fu qui tumulato nel 29, antico stile, 1748.
Il conte di Buchan, non volendo che uomo si pio
E si delicato Poeta fosse privo di una memoria,
Ne ha contrassegnato il luogo del sepolcro
A soddisfazione de' di lui ammiratori

Nell'anno del nostro Signore 1792.

Nel fine vi si leggono trascritti sei versi della di lui stagione dell'Inverno, co' quali il Poeta

pregava Ippio ad inspirargli i sentimenti più religiosi v. 217. Father of light and life, thou, Good Supreme! ec. Autore della luce e della vita, Bontà Suprema!ec.'

Ma questo semplice tumulo non poteva esser bastante per un Genio ammirato da tutta Inghilterra. Al pari di ogni gran capitale ha Londra anch'essa il suo maestoso ricinto , il suo Panteon , nell'Abbazzia di Westminster , ove sono i mausolei e gli elogi de' suoi cittadini più illustri. Ivi in fatti, a vie più eternare il nome di Thomson, col retratto copioso di più firme per una superba edizione che di tutte le di lui opere si propose di fare il nominato Millar , eretto gli fu il 1762 nella navata meridionale un monumento magnifico in bianco marmo, disegnato da Roberto Adam, ed eseguito

dal celebre scultore Spang. La figura del · Poeta è al vivo espressa con disciolta veste.

Si appoggia con la sinistra ad un circolar piedistallo in atto di meditare; ed ha nella destra la berretta della libertà ed ai piè una maschera da tragedia e l'antica lira. In fronte del piedistallo vedlonsi in basso rilievo le quattro Stagioni. Un alato Genio con una mano le accenna , e coll'altra presenta al Poeta un serto di alloro, leggendosi nella base

JAMES THOMSON
Aetatis 48, obiit 27 Augusti 1748.

GIACOMO THOMSON
Mori di 48 anni il 27 Agosto 1748.

Ne seguono poi, alle sue lodi ingegnosamente allusivi, cinque de'suoi versi tratti dall' encomio che tesse alla Filosofia nel poema dell’Estate v. 1752.

Tutor 'd by Thee' hence Poetry exalts

Her voice to agės. etc.

Quindi la Poesia, sostenuta da te, fa udire

il suo canto alle future età etc.

Gl’Inglesi, per religioso rispetto alla memoria di si illustre loro defunto, visitano spesso la di lui casa a Kew. Il Sig. Giorgio Ross, che ne fece l'acquisto, vi spese, per abbellirne i contorni, novemila lire sterline; ed or gli possiede lady SHAFTESBURY, che può a ragione gloriarsi di custodir quei classici luoghi. In una parte la più remota di un giardino vi è una piccola stanza con tavola semicircolare, ove il Poeta staya di continuo scrivendo; e sopra alla porta d'ingresso vi è scritto.

Here
Thomson song

The SEASONS
And their change.

Qui
Thoinson cantò

Le STAGIONI
E le loro vicende.

Nell'interno poi della stanza e sopra al. tra tavola havvi il seguente egregio di lui encomio, di cui, anche

premesse iniziali, credeși autore il riferito conte di Buchan.

per le

F. B.

Within this pleasing retirement

Allured by the musick of nightingale,
Which warbled in soft unison to the melody of his soul,

In unaffected cheerfulness,
And genial, cho' simple, elegance ,

Lived

JAMES THOMSON.
Sensibly alive to all the beauties of Naturę
He painted their images as they rose in review,
And pour'd the whole profusion of them

Into his inimitable SEASONS.
Warm 'd witli intense devotion
For the SOVEREIGN of the universe,

« ZurückWeiter »